7 Grandi Nomi che Hanno Guadagnato Pochissimo da Film di Successo

  

A volte gli attori e le attrici più noti accettano di essere pagati poco per prendere parte ad alcuni film. Questo accade all’inizio della loro carriera, ma anche più avanti. Quando attori e attrici sono alle prime armi è normale accettare anche un piccolo ruolo perché qualunque lavoro è un’opportunità per lanciare la propria carriera. Più avanti possono farlo perché vogliono lavorare in piccoli progetti indipendenti che non hanno budget molto alti. Questi ruoli indie a volte li catapultano nell’olimpo delle star, garantendo loro maggiori compensi in futuro. Ecco 7 attori e attrici molto noti che hanno guadagnato molto poco per recitare in film di successo.

7. Mel Gibson – Mad Max

Per un po’ Mel Gibson era il padrone di Hollywood. Faceva un sacco di soldi e girava quello che voleva – da entrambi i lati della macchina da presa. Ma quei tempi sono passati grazie alle sue ben documentate scenate razziste. Ora non ha una gran carriera. Prima di diventare la grande star che ricordiamo non era molto conosciuto né ben pagato. Come molti attori doveva dimostrare ciò che valeva.

Prendiamo il ruolo di Gibson in “Mad Max”. Venne pagato solo 15.000 dollari. Questo nel 1979, per cui possono sembrare molti soldi, ma non lo erano se si considera il fatto che il budget del film era di 400.000 dollari e ha finito per incassare 5 milioni di dollari al botteghino. Questo giusto per dimostrare che tutti gli attori e attrici devono partire da qualche parte. Accettare un compenso basso all’inizio può significare avere un compenso più alto più avanti, se si dimostra di esserne all’altezza.

ADVERTISEMENT

6. Jonah Hill – The Wolf of Wall Street

Jonah Hill ha rivelato di essere stato pagato 60.000 dollari per la sua parte in “The Wolf of Wall Street”. A quanto dice ha scelto di lavorare a questo prezzo perché voleva davvero lavorare con Martin Scorsese. “Venderei la mia casa e darei tutti i miei soldi per lavorare per lui. Non l’ho fatto per guadagnarci. Avrei fatto qualunque cosa al mondo. Lo farei di nuovo senza pensarci un secondo. Non si tratta di soldi. Dobbiamo fare le cose alle quali teniamo”, ha detto ad Howard Stern.

Il film aveva un budget di 100 milioni di dollari e ne ha incassati 392 milioni al box office. Per la sua interpretazione Hill è stato nominato all’Oscar come Miglior Attore Non Protagonista. Anche se era molto entusiasta del fatto di lavorare con Scorsese e di essere stato nominato all’Oscar, alla fine non lo ha vinto. Almeno ora la star di “Suxbad: Tre Menti Sopra il Pelo” può considerarsi un attore serio.

5. Seann William Scott – American Pie

Seann William Scott sarebbe stato pagato solo 8.000 dollari per il primo film di “American Pie”. Non è molto, considerando il fatto che il budget del film era di 11 milioni di dollari e che incassò oltre 235 milioni di dollari al box office. Sembra che Scott avesse imparato la lezione quando arrivò il momento di negoziare il compenso per il quarto film della serie. Finì per ottenere 5 milioni per tornare nella parte di Steve Stifler in “American Reunion” più una piccola percentuale degli incassi – molto più di quanto abbia ricevuto per il primo film.

Pensiamo davvero che Scott avesse diritto a un bonus per il suo lavoro nel primo film. Ci sembra giusto dato il successo che ha avuto al botteghino. A parte la serie di “American Pie” Scott non sembra avere una grande carriera. Speriamo che riesca ad aumentare il suo compenso per l’ultimo film così che duri fino a quando decideranno di girare un quinto capitolo della serie.

4. Hilary Swank – Boys Don’t Cry

Per la parte di Brandon Teena – un trans che viene violentato e ucciso da una coppia di uomini suoi conoscenti – Hilary Swank guadagnò soltanto 75 dollari a settimana. Al termine delle riprese portò a casa in totale 3.000 dollari, troppo poco anche per avere un’assicurazione sanitaria. Lavorò molto per prepararsi al suo ruolo. Si vestì e visse come un uomo per un mese. Tra le altre cose si fasciò anche il petto con delle bende e si mise dei calzini nei pantaloni. Ridusse la sua percentuale di grasso corporeo al 7%.

Il basso compenso della Swank fu in parte dovuto al fatto che a quei tempi era un’attrice sconosciuta. Il regista, Kimberly Pierce, non era interessato ad assegnare il ruolo di Teena ad attrici affermate. La Swank finì per stupire tutti con la sua interpretazione. Vinse un Golden Globe e un Oscar come Migliore Attrice, e diventò uno dei nomi noti di Hollywood.

3. George Clooney – Good Night, and Good Luck

George Clooney è uno degli attori più affermati nella sua fascia di età. Per questo viene pagato un bel po’ – quasi sempre. A volte le cose non vanno come ci si aspetta però. In “Good Night, and Good Luck” fu protagonista, regista e sceneggiatore – tre ruoli importanti. Quando chiese un’assicurazione non la ottenne per via di un infortunio accaduto sul set di “Syriana”. Per finanziare il film, che costò 7 milioni di dollari, ipotecò la sua casa così da pagare per i costi associati.

Fortunatamente per Clooney il film venne accolto piuttosto bene al box office. Incassò 56,5 milioni di dollari in tutto il mondo, e George finalmente ottenne un compenso per il suo lavoro. Decise di prendersi 1 milione di dollari di compenso per ognuno dei suoi ruoli, per un totale di 3 milioni di dollari. L’attore premio Oscar in genere è abituato a essere pagato molto di più di così, quindi questo fu un vero sacrificio.

2. Matthew McConaughey – Dallas Buyers Club

Matthew McCounaghey diede vita a un’interpretazione unica in “Dallas Buyers Club”. Prima di quel film conoscevamo questo fantastico attore per le sue parti nelle commedie romantiche. Doveva ancora dimostrare di essere un attore serio, capace di affrontare ruoli davvero coraggiosi. Per interpretare Ron Woodroof venne pagato soltanto 200.000 dollari più una percentuale dei diritti. Con un budget di 5 milioni di dollari il film incassò poco più di 55 milioni al box office. McCounaghey vinse un Oscar come Miglior Attore per la sua performance davvero stellare.

Prima che McCounaghey ottenesse la parte, diversi attori si erano interessati. Woody Harrelson venne interpellato inizialmente, ma lasciò perdere a causa di problemi economici. Poi Brad Pitt ottenne la parte del protagonista. Quando fu chiaro che non era interessato, Ryan Gosling divenne il favorito, ma la cosa non andò a buon fine. Soltanto nel 2009 McCounaghey venne coinvolto.

1. Tom Cruise – Magnolia

Tom Cruise era una vera star negli anni ’90, ma non era sempre pagato adeguatamente. Per la sua parte in “Magnolia” avrebbe guadagnato solo 100.000 dollari. Il film aveva un budget di 37 milioni di dollari, ma al botteghino riuscì a portare a casa solo 48 milioni di dollari o poco più.

Stranamente Cruise fu uno dei primi a entrare nel cast del film. Era un grande fan del film di Paul Thomas Anderson “Boogie Nights – L’Altra Hollywood” e chiese al regista e sceneggiatore di pensare a lui per il suo prossimo film. Quando Anderson finalmente finì la sceneggiatura di “Magnolia” i due si rimisero in contatto. A Cruise venne offerta la parte di Frank T.J. Mackey. Anche se era interessato alla parte, inizialmente non la accettò. Ci volle un po’ a convincerlo, ma alla fine acconsentì. La star di “Eyes Wide Shut” venne nominata all’Oscar come Miglior Attore Non Protagonista per la sua performance, ma non vinse. Ora fa molti più soldi ma non è più stato nominato all’Oscar da allora.

ADVERTISEMENT