7 VIP che non Credono in Dio

  

A Hollywood a volte sembra che tutti credano in Dio. Alle cerimonie di premiazione ne sentiamo parlare in continuazione. Non si può lanciare un sasso senza colpire una celebrità che ha deciso di ringraziare Dio nel suo discorso di accettazione. Uno penserebbe che le star abbiano più fiducia di così nelle loro capacità. Hanno lavorato duramente e hanno vinto. La cosa sta diventando piuttosto stancante, perciò abbiamo deciso di trovare qualche celebrità che ammette apertamente di non credere in Dio. Ecco 7 celebrità che si dichiarano atee!

7. Brad Pitt

Brad Pitt ha detto in più di un’occasione di non credere in Dio. In un’intervista con BILD nel 2009 ha detto di essere sia agnostico che ateo. “Probabilmente sono ateo al 20% e agnostico all’80%. Non penso che nessuno lo sappia veramente. Lo scopriremo quando ci arriveremo, fino ad allora non ha senso pensarci” ha detto.

Nel 2001 la star di “Lo strano Caso di Benjamin Button” ha detto alla rivista Parade di aver voltato le spalle alla religione quando frequentava le superiori. “C’è un momento in cui ti sleghi dalle credenze della tua infanzia. Quel momento per me è arrivato quando è stato finalmente chiaro che la religione per me non funzionava” ha detto. “Avevo delle domande sulla cristianità a cui non potevo rispondere in maniera soddisfacente, domande che mi ero fatto fin da quando ero all’asilo. Ho realizzato che non mi sembrava corretto, che una domanda portava solo a un’altra domanda. Era come tuffarsi in un circolo infinito in cui ogni risposta provocava una nuova domanda. C’erano cose con cui non ero d’accordo” ha detto.

ADVERTISEMENT

6. Daniel Radcliffe

In un’intervista con la rivista Esquire nel 2009 Daniel Radcliffe ha dichiarato di essere ateo. “Sono ateo, ma sono rilassato al riguardo. Non predico l’ateismo, ma ho molto rispetto per le persone che lo fanno, come Richard Dawkins. Qualunque cosa faccia in TV la guardo” ha detto. Radcliffe in passato era riluttante all’idea di parlare delle sue convinzioni religiose perché temeva che le persone religiose non avrebbero guardato i film di “Harry Potter” per colpa sua.

Un paio d’anni dopo quell’intervista, Radcliffe divenne molto più disposto a parlare delle sue convinzioni religiose, soprattutto per quanto riguarda l’educazione sessuale in Inghilterra. Fu chiarissimo nell’affermare che le relazioni omosessuali e quelle eterosessuali dovessero essere spiegate ugualmente nelle scuole. “Non sono religioso, sono ateo, e sono un ateo militante se la religione inizia a influenzare la legge. L’educazione sessuale nelle scuole è necessaria” ha detto alla rivista Attitude nel 2012.

5. Morgan Freeman

Morgan Freeman non crede che ci sia alcuna evidenza a supporto della teoria che ipotizza l’esistenza di un essere onnipotente che ci ha creati e che veglierebbe sulla terra. “Beh, c’è una domanda scientifica: Qualcuno ha mai visto delle prove? Quello che abbiamo sono le teorie dei primi profeti. Ora, la gente pensa che ci abbia creato Dio è convinta che la Terra non possa avere più di 6000 anni. Quindi immagino sia una questione di fede. Il mio sistema di credenze non prevede un creatore, che possiamo chiamare Dio, che ci ha fatti a sua immagine” ha detto a TheWrap.

Nella stessa intervista la star di “Le Ali della Libertà” ha anche detto che pensa che siamo stati “noi a inventare Dio”. “Quindi se io credo in Dio, e ci credo, è perché io sono Dio” ha detto. Secondo noi non crede davvero di essere Dio. Sta cercando di sottolineare che sono state le persone a creare l’idea di Dio.

4. Emma Thompson

Emma Thompson ha detto chiaramente che non crede in Dio, ma sembra più un’antiteista che un’ateista. “Io sono atea e penso che mi si possa definire una specie di anarchica liberale. Vedo la religione con timore e sospetto. Non è abbastanza dire che non credo in Dio. Penso che il sistema sia angosciante: mi sento offesa da alcune delle cose scritte nella Bibbia e nel Corano, e le rifiuto” ha detto.

Nonostante questo, ha anche detto che trova che la filosofia cristiana sia positiva – se applicata appropriatamente. “I principi morali che la guidano, i principi etici, molta della filosofia [della tradizione cristiana], se applicati appropriatamente sono ottimi” ha detto a Good Housekeeping. Sembra che sia scettica riguardo alla religione ma riconosca comunque che essa abbia qualche valore – probabilmente non abbastanza da convertirla però!

3. Javier Bardem

Javier Bardem è stato cresciuto nella fede Cattolica Romana, ma ora è un ateo convinto. Riguardo alla mancanza di religiosità, si dice che abbia affermato “Non credo in Dio, credo in Al Pacino”. Quando venne legalizzato il matrimonio omosessuale in Spagna nel 2005 lui scatenò le polemiche quando disse che se fosse stato gay si sarebbe “sposato domani stesso, solo per far inc***are la Chiesa”.

Nel 2010 ha parlato con Elle della sua infanzia cattolica e di come non fosse “molto coinvolto”. “Non capisco la religione quando arriva al punto in cui il futuro determina il presente, perché in questo caso il presente non ha alcun senso. In Spagna è una grande paura, la nostra fine, la nostra mortalità. Io ho bisogno di conoscere e di affrontare la mortalità: io sono così, sono io, qui e ora. Del resto, non so nulla. E il punto è proprio questo – accettare di non sapere” ha detto.

2. Jon Hamm

Jon Hamm è appena diventato improvvisamente più sexy! Ha detto al The Irish Independent che la morte dei suoi genitori gli ha fatto abbandonare la religione. “Per me è andata così. Non capisco il mistero della fede. Ho una mente troppo matematica. I conti non tornavano, perciò mi sono detto, ‘Ok, si va avanti’. Non ho bisogno di un paradiso, non ho bisogno di un secondo atto”, ha detto.

Nella stessa intervista si è anche lamentato delle celebrità e del modo in cui usano i social network. “Questo costante registrare la propria vita e aggiornare il proprio ‘status’… io non lo faccio. Nessuna cosa è ‘successa’ davvero se non hai una foto che lo dimostra. Andare a un concerto o a una partita, sono cose reali. Ma non li stai guardando perché sei impegnato a cercare di registrarli per poterle raccontare ai tuoi amici e metterle su YouTube. Non ha nessun senso” ha detto.

1. Amber Heard

Amber Heard è stata cresciuta come cattolica ma quando la sua amica morì in un incidente d’auto quando Amber aveva solo 16 anni, diventò atea. “Quello fu il più grosso colpo emotivo che io abbia mai dovuto sopportare” ha detto a USA Today. “Improvvisamente ti accorgi che domani potrebbe non arrivare mai. Ora vivo all’insegna de “L’oggi è quello che ho”.

Ha iniziato leggendo i libri di Ayn Rand, che la convinsero che al mondo aveva bisogno soltanto di se stessa.

Non sembra che la Heard si sia voltata indietro da quando ha abbandonato la religione. In un’intervista con la rivista Net-a Porter ha parlato del cattolicesimo e di quanto sia limitante. “Le scuole cattoliche non sono famose per essere il terreno giusto a far nascere la curiosità o le domande, ma sono il terreno ideale per far nascere la ribellione” ha detto l’attrice di “The Rum Diary – Cronache di una passione”. La Heard non è come molte altre giovani attrici. Lei decisamente balla da sola.